Il nostro Carisma

Cosa significa per noi essere Clarisse, la nostra fondatrice Madre Serafina Farolfi (1853 – 1917) oggi Venerabile, l’ha sapientemente racchiuso nel nome che ha voluto dare al suo Istituto, quando nel 1898 insieme ad altre 8 sorelle ha professato la Regola di S. Chiara approvata da Innocenzo IV, ma con le Costituzioni adattate alla vita attiva: “Clarisse Francescane Missionarie del SS.mo Sacramento”.

Francesco e Chiara 2Unire in un solo cuore e in un solo respiro Chiara e Francesco, due orme di un unico passo, voci armoniche di un unico canto… Unire e sintetizzare in sé il vivere di Chiara e il vivere di Francesco: il cuore e lo sguardo di Chiara, che sa contemplare in ogni cosa le indicibili bellezze del celeste Sposo, ma le mani e i piedi di Francesco, che sanno raggiungerLo e servirLo nei fratelli più bisognosi, in uno slancio di amore e gratuità che spinge fin oltre i confini della propria terra, fin nelle lontane missioni estere…

Da Chiara lo sguardo contemplativo e il primato dell’interiorità e della preghiera nella nostra vita; da Francesco lo stile missionario, per andare, annunciare, prendersi cura e prendersi carico dei bisogni e delle povertà del fratello; da entrambi lo stile della fraternità nella scelta della povertà, della letizia, della semplicità, della minorità.

A questa spiritualità francescano-clariana, la nostra Fondatrice ha poi voluto dare un cuore: l’Eucaristia, celebrata, adorata, vissuta; sorgente, forza, perno, luce, alimento, punto di partenza e punto di riferimento fisso di ogni apostolato e servizio caritativo: di qui nasce la particolarità e la preziosità del nostro carisma EUCARISTICO-MISSIONARIO.

“Dall’amore ardente all’Eucarestia si riconoscono le Clarisse Missionarie”, diceva madre Serafina.
Come Chiara, allora, chiamate a "stare con lui” nella contemplazione, meditazione e adorazione eucaristica quotidiana. Come Francesco, chiamate a “vivere e annunciare il Vangelo” nello stile dell'itineranza, dell’apostolato, della passione evangelizzatrice e del servizio gratuito ai fratelli, specialmente i più poveri e abbandonati, attingendo dall’’incontro personale quotidiano con Lui la spinta preziosa dell'andare ai fratelli.

“La nostra vita è mista... fornita la lampada, tutto il resto va all'apostolato. Una vita di orazione e di contemplazione che non ci rende indegne dell’ apostolato; un apostolato che non ci impedisca la contemplazione” (Madre Serafina).
“Vivere sempre come Maria che non sa dipartirsi un solo momento dal suo divino maestro; faticare come Marta per condurre a lui tutte le anime...” “…associare la vita contemplativa all'attiva, in modo che questa non sia priva delle dolcezze di quella; e quella accompagni e perfezioni ogni atto di questa” (Madre Serafina)
Questo è il nostro alto ideale! Per sua grazia il Signore ci conceda di renderGli fedelmente ciò che abbiamo promesso con voto, di crescere sempre più nel bene e di perseverarvi fino alla fine (S. Chiara, FF2915. 2852).

 

Nel nostro nome, la nostra identità e missione:

CLARISSE
Chiamate a «stare con Lui», professiamo la Regola di Santa Chiara nella contemplazione, meditazione e adorazione eucaristica quotidiana.

FRANCESCANE
Viviamo il Vangelo nello stile dell’itineranza, della minorità e della fraternità di Francesco, unendo così la vita attiva alla contemplativa, il servizio caritativo al riposo della preghiera.

MISSIONARIE
Nelle varie parti del mondo: Italia, Spagna, Romania, India, Brasile, Argentina, Bolivia, Guinea Bissau, Perù, Venezuela, Madagascar.

del SANTISSIMO SACRAMENTO
Come per Chiara, Francesco e Madre Serafina, il Santissimo Sacramento è sorgente, centro e culmine della nostra vita, per «Andare, accendere, portare l’amore di Gesù Eucaristia a tutti».