CONVEGNO SCOLASTICO

Dal 25 al 28 aprile si è tenuto, alla Badia di Bertinoro, il Convegno per le nostre realtà scolastiche dal titolo: “L’alleanza educativa scuolafamiglia”, al quale sono stati invitati tutti i dipendenti delle scuole della Provincia. Un’occasione per conoscersi, confrontarsi, sostenersi e crescere nel desiderio di poter continuare a vivere questa bella missione come sfida educativa alla quale siamo stati tutti chiamati per vocazione. Tra suore e laici, dalle realtà di Enna, Pantan Monastero, Civita Castellana e Trieste, più di una ventina di docenti e non, si sono ritrovati con tanto piacere ed entusiasmo. Il primo giorno è stato guidato ed accompagnato dal professor Alessandro Ricci, psicologo e psicoterapeuta, docente presso l’Università Pontificia Salesiana, che ha trattato del tema dell’emergenza educativa sotto un duplice aspetto: quello della difficoltà nella gestione del gruppo classe, nell’imprescindibile rapporto alunno-insegnante come percorso che prevede una lungo tempo di attesa e di perseveranza, con la capacità di puntare sempre sugli aspetti positivi, perché il bambino possa sperimentare stima e affetto verso la figura significativa del docente. Gli stili emozionali e le strategie che possono essere messe in atto diventano un supporto rilevante nella sida educativa alla quale siamo chiamati oggi. Nel pomeriggio, invece, il focus è stato puntato sulle delicate dinamiche scuola-famiglia, avendo sempre fiducia nella possibilità di cambiamento anche laddove la situazione possa sembrare la più difficile da risolvere. Dinamiche e lavori di gruppo hanno anche permesso ai partecipanti di iniziare a conoscersi più in profondità. Il giorno seguente, grazie alla fraterna ed efficace riflessione di sr Veronica, abbiamo fatto memoria di quanto sia necessario riscoprire, approfondire e sviluppare sempre di più il valore del nostro carisma eucaristico-missionario incarnato nella vita di Madre Serafina per mezzo del dono dello Spirito e trasmesso a noi come Grazia particolare. Tutti, suore e laici, nelle nostre opere, dobbiamo sperimentarne la bellezza e trasmetterla alle persone che ci sono affidate. Questo contesto è stato impreziosito da piccole perle su Madre Serafina e sulle nostre missioni che ci sono state offerte da sr Teresa e sr Michela e dall’accoglienza amorevole e materna di sr Armida e di tutte le sorelle della comunità che ringraziamo sinceramente! Non poteva poi mancare la visita alla cittadina di Bertinoro attraverso una passeggiata tutti insieme e la conoscenza di un’altra realtà educativa importante come quella della casa d’accoglienza, perché chi lavora insieme a noi nelle scuole possa comprendere che il carisma si incarna, non solo nella realtà in cui vive, ma anche in queste complesse e dolorose esperienze di mamme e bambini con difficili storie da accogliere e imparare a gestire. Grazie a sr Ancita e a tutta la fraternità di Cesenatico per averci aperto con gratuità non solo la porta di casa, ma anche quella del loro cuore di sorelle e madri. Questi giorni così intensi si sono conclusi con il desiderio di rimanere in contatto, di non lasciarsi scappare questa occasione, per aiutarsi a crescere nel senso di appartenenza e nelle competenze educative. Tutto questo, in un oggi così complesso, è indispensabile farlo insieme. Con la promessa, o almeno il desiderio, che questo incontro possa diventare un appuntamento fisso…ce lo auguriamo!
Le sorelle dell’equipe scolastica