Giubileo di erezione della Provincia “Immacolata Concezione” Italia - Spagna - Romania

“Che cosa renderò al Signore per quanto mi ha dato?” (Sl 115)

Sono davvero tanti i motivi per cui rallegrarci per la festa del 1° maggio, “giorno felice e tutto di Dio”, giorno in cui durante la solenne concelebrazione eucaristica vissuta nella nostra Casa Provinciale a Bologna, presieduta dal nostro Cardinale Matteo Zuppi, insieme, come Chiesa in festa, abbiamo “reso grazie” al Signore per i 123 anni della nascita della nostra famiglia religiosa e abbiamo concluso l’Anno Giubilare nel 50mo Anniversario di erezione della nostra Provincia “Immacolata Concezione” Italia - Spagna - Romania. La presenza del nostro Pastore e guida della nostra diocesi, il suo essere con noi, insieme a tanti altri nostri fratelli concelebranti, è stato segno della vicinanza paterna e della comunione con la Chiesa nella quale il nostro Istituto ha sempre desiderato vivere.

Abbiamo reso grazie per quest’anno vissuto sotto lo sguardo di Maria, per questo anno di grazia, sperimentata soprattutto nella prova della pandemia da Covid-19, che ha colpito l’umanità e alcune nostre comunità. Il nostro “Sì” quotidiano si è fatto preghiera, intercessione intensa e costante. Quanta tenerezza abbiamo ricevuto in questi anni dalla Sua presenza eucaristica, quanta forza dall’intercessione e dalla comunione tra sorelle!

Come “vite feconda”, Egli, Divino Agricoltore, ci ha piantate e si è preso cura di noi…. “Ci ha preparato il terreno, ha affondato le nostre radici e ha riempito la terra… Ha esteso i nostri tralci fino al mare e ora arrivano al fiume i nostri germogli” (cfr Sl 79).

Come famiglia, unite a tutte le nostre sorelle sparse per il mondo nelle 12 Nazioni in cui siamo presenti, che hanno partecipato collegate “a distanza”, ma vicine più che mai nella comunione, insieme a tutti coloro che in questi anni hanno contribuito a scrivere le pagine di questi 50 anni di storia, abbiamo potuto elevare insieme il nostro canto di benedizione per i tanti benefici vissuti, per la Provvidenza che mai è venuta meno, per tanto bene ricevuto e donato nello scorrere del tempo.

Il Signore del tempo e della storia ci conceda ancora di continuare a vivere con passione e freschezza il nostro carisma eucaristico–missionario trasmessoci dalla nostra Venerabile fondatrice M. Serafina Farolfi, e ci conceda ancora di servire i nostri fratelli attraverso il dono di nuovi “germogli” che nasceranno dal grande albero che è la Famiglia francescana e clariana, in cui noi siamo innestate e da cui attingiamo linfa vitale.

Maria Santissima, patrona della nostra Provincia, ci custodisca tutti nel suo Cuore Immacolato!