Missionarie nel mondo... Madre Serafina alle sue figlie

MISSIONARIE NEL MONDO... dall'Italia a India, Brasile, Argentina, Bolivia, Spagna, Perù, Romania, Guinea Bissau, Madagascar, Venezuela, Myanmar, Senegal per PORTARE I MISTERI!

map

Nel ricordare le nostre prime Sorelle missionarie partite per l’India il 3 febbraio 1901 ci sembra bello notare come il loro ardente anelito di prendersi cura di popolazioni bisognose e di diffondere in esse l’amore a Gesù Eucaristia, fino anche al sacrificio della vita, sia ancora attuale ed urgente nella Chiesa e nel mondo.
Facciamo memoria di quel momento storico ascoltando le parole di Madre Serafina che annuncia ad alcune sorelle la richiesta da parte della Chiesa di aprire una missione in India (in Positio).

Dagli Scritti della Venerabile Madre Serafina

Badia di Bertinoro, 12 Agosto 1900
Porto i Misteri.               Ave Maria!
Mie carissime figliuole Caterina, Nazzarena, Maddalena, Filomena, Chiarina, Giovannina, Gabriella
Oggi sarebbe la festa di S. Chiara, ma il nostro amatissimo Pastore ha deciso di celebrarla il 23 Settembre, perché vi siano presenti le figlie lontane, e questo delicatissimo pensiero mi ha grandemente consolata, mostrandomi come egli abbracci tutte senza dimenticarne neppure una. Oh! quanto sarei felice se il 23 Sett. foste tutte tutte alla Badia, molto più che Sr Nazzarena, Sr Maddalena da tempo non fecero gli esercizi. Ma intanto lasciate che in oggi vi comunichi una cosa molto consolante. Il Signore quasi a caparra della sua benedizione su noi povere meschinelle ha inviato qui alla Badia due Vescovi dall’Indostan a richiedere l’opera nostra per istabilire colà una larga Missione di Francescane del SS.mo Sacramento sotto la direzione dei Vescovi Francescani. Ci vorrebbero a tutti i costi lì sul principiare del secolo nuovo; una casa per diocesi di tre o quattro Suore; e poi, esplorato il terreno erigere molte altre case in modo da farne una provincia superiore all’Italiana. Spesate del viaggio; mantenute di tutto persino della biancheria personale… Da noi non si richiede che la disposizione per andarvi. Per me che ho avuto tale seconda vocazione, fin dall’uso di ragione, partirei anche domattina lieta di consacrare a Gesù gli ultimi miei giorni, mentre ho consumato qui inutilmente ormai 47 anni di vita. Sono debolissima in ogni virtù e solo mi sento la forza di sostenere il martirio. Sì, se il mio buon Padre me lo concede, andrò io per prima ad impiantare la Missione e dopo morirò contenta. Questa cosa mi riempie di gaudio ineffabile; e quando avrò Suore missionarie vivrò un’altra vita. È vero peraltro che occorre una specialissima vocazione senza la quale non si può intraprendere la Missione.
Preghiamo più intimamente e più incessantemente; e poi esponiamo la nostra decisione, essendo necessario a sapersi prima di aprirsi le scuole. Alle Missioni si mandano esclusivamente quelle Suore che lo richiedono. La Vergine Santa Chiara c’illumini di quella luce di cui Essa fu irradiata. E colla benedizione copiosissima di S. Ec. nostro Padre gustate il saluto materno che all’ombra del tabernacolo e sotto lo sguardo di Maria vi fa la vostra povera Madre.
;