affidamento a Maria

Guidate da Madre Serafina ripercorriamo il cammino della Croce, come discepoli fedeli che partecipano alle sofferenze di Cristo, meditando il grande amore con cui Dio ci ha amate e ci ama.

I STAZIONE GESÙ È CONDANNATO A MORTE

G: Ti adoriamo o Cristo e ti benediciamo T: Perché con la tua santa Croce hai redento il mondo

“Dopo aver fatto flagellare Gesù, Pilato lo consegnò perché fosse Crocifisso” (Gv 19,16)

La Carità del nostro amabile Sposo ci unisce… Essa ci aiuta a battere la strada del Calvario. Guarda il cielo!... Lassù ti aspetta la corona che vai tessendo con atti di perfetta rassegnazione al volere di Dio. Qui sta tutta la vera e sola perfezione… (Madre Serafina)

G: Signore, Tu hai detto: Non giudicate e Dio non vi giudicherà T: Salvaci, giudice del mondo.

II STAZIONE GESÙ SALE AL CALVARIO CARICO DELLA CROCE

G: Ti adoriamo o Cristo e ti benediciamo T: Perché con la tua santa Croce hai redento il mondo

“Essi allora presero Gesù ed egli, portando la croce, si avviò verso il luogo del Cranio, detto in ebraico Gòlgota” (Gv 19,17)

Qualunque sia la Croce che oggi ci mandi la Provvidenza portiamola allegramente dietro Gesù… Se abbiamo croci fisiche sopportiamo, cerchiamo le croci del tempo, persone… imprimiamo la Croce alla nostra carne, al nostro cuore… (Madre Serafina)

G: Imparate da me e troverete ristoro per le vostre anime. T: Signore, aiutaci a portare la Croce.

III STAZIONE GESÙ CADE LA PRIMA VOLTA SOTTO IL PESO DELLA CROCE

G: Ti adoriamo o Cristo e ti benediciamo T: Perché con la tua santa Croce hai redento il mondo

“Proteggimi, Signore, dalle mani degli empi: essi tramano per farmi cadere” (Sal 140,5)

Soffrire in silenzio, senza il compiacimento delle persone care e nascondere a noi stesse il soffrire, come se soffrire non fosse: ecco il punto a cui Gesù ci chiama… Amare e patire sotto il solo sguardo di Dio, deve essere la sola aspirazione del rimanente della nostra vita… (Madre Serafina)

G: Siamo caduti, perché ci siamo illusi di stare in piedi solo con le nostre forze T: Perdonaci Signore.

IV STAZIONE GESÙ INCONTRA SUA MADRE

G: Ti adoriamo o Cristo e ti benediciamo T: Perché con la tua santa Croce hai redento il mondo

“Simeone disse a Maria: Una spada ti trapasserà l’anima” (Lc 2,35)

Ti prego di nasconderti spesse volte al giorno nel seno purissimo di Maria, perché da sì tenera Madre imparerai ad amare, soffrire e tacere… E’ necessario soffrire molto per farci sante: pregare, tacere, soffrire! (Madre Serafina)

G: Chi fa la volontà del Padre mio, questi è per me fratello, sorella e madre. T: Signore, fa’ di noi i discepoli del tuo Vangelo.

V STAZIONE IL CIRENEO AIUTA GESÙ A PORTARE LA CROCE

G: Ti adoriamo o Cristo e ti benediciamo T: Perché con la tua santa Croce hai redento il mondo

“Mentre lo conducevano via, presero un certo Simone di Cirène che veniva dalla campagna e gli misero addosso la croce da portare dietro a Gesù” (Lc 23,26)

Ricordiamo che l’amare chi è buono, chi ci ama e benefica, chi ci è simpatico, è cosa naturale. Amare il nemico, amare chi non s’incontra con il nostro carattere, compatire, tollerare, coprire i difetti altrui, faticare lasciando agli altri il merito, questa è la vera carità che genera la pace deliziosa. (Madre Serafina)

G: Gesù, tu hai voluto essere aiutato a portare la Croce. T: Aiutaci a continuare nella nostra vita la tua opera di salvezza per l’uomo.

VI STAZIONE LA VERONICA ASCIUGA IL VOLTO DI GESÙ

G: Ti adoriamo o Cristo e ti benediciamo T: Perché con la tua santa Croce hai redento il mondo

“Non ho sottratto la faccia agli insulti e agli sputi” (Is 50,6)

Dobbiamo essere indifferenti a tutto, fuorché al suo amore, dobbiamo vincerci, superarsi certe cosette, purché facciamo la volontà di Dio… dobbiamo ripetergli spesso: Voi solo mi bastate o mio Dio – Deus meus et omnia… (Madre Serafina)

G: Siate misericordiosi, come è misericordioso il vostro Padre celeste. T: Gesù, abbi pietà di noi.

VII STAZIONE GESÙ CADE PER LA SECONDA VOLTO SOTTO LA CROCE

G: Ti adoriamo o Cristo e ti benediciamo T: Perché con la tua santa Croce hai redento il mondo

“Eppure egli si è caricato delle nostre sofferenze, si è addossato i nostri dolori e noi lo giudicavamo castigato, percosso da Dio e umiliato” (Is 53,4)

Dobbiamo ripetere a noi stesse: portiamo i Misteri non con le labbra, ma con il sentimento profondo dell’animo. Oh! Se noi attueremo in noi gli insegnamenti del Padre nostro correremo alacri sulla cima del Calvario. Nessuna cosa ci arresterà: le spine, le croci saranno per noi gemme dorate; il nostro spirito non si allontanerà mai da Gesù. (Madre Serafina)

G: Signore, non siamo tuoi discepoli. T: se non portiamo la nostra Croce dietro di te.

VIII STAZIONE GESÙ INCONTRA LE DONNE DI GERUSALEMME

G: Ti adoriamo o Cristo e ti benediciamo T: Perché con la tua santa Croce hai redento il mondo

“Gesù, voltandosi verso le donne, disse: «Figlie di Gerusalemme, non piangete su di me, ma piangete su voi stesse e sui vostri figli” (Lc 23,28)

Tutto è gemito e dolore sulla terra. Non vi è felicità che nella segreta preghiera dell’anima con Dio: non si trova sollievo e pace se non nell’esercizio delle più eroiche virtù, nel soccorrere i poveri, nel convertire anime a Dio… (Madre Serafina)

G: Beati i misericordiosi, perché otterranno misericordia. T: Gesù, abbi pietà di noi.

IX STAZIONE GESÙ CADE PER LA TERZA VOLTA

G: Ti adoriamo o Cristo e ti benediciamo T: Perché con la tua santa Croce hai redento il mondo

“Liberami dal fango, perché io non affondi” (Sal 69,15)

Gesù mio Dio purifica, purifica il mio spirito da ogni neo, togli, strappa senza pietà dal mio cuore qualunque fibra che non sia tua… sì, o Gesù, mondami da ogni peccato… (Madre Serafina)

G: Beati voi che ora piangete. T: Perché sarete consolati.

X STAZIONE GESÙ È SPOGLIATO DELLE SUE VESTI

G: Ti adoriamo o Cristo e ti benediciamo T: Perché con la tua santa Croce hai redento il mondo

“Si divisero le sue vesti, tirando a sorte su di esse” (Mc 15,24)

Arcana cosa, sublime, divina, spogliarsi d’ogni creatura e godere Gesù solo, solo, solo Gesù… Chi lascia tutto e trova Dio, può dire con ragione di aver lasciato il nulla e trovato il tutto… (Madre Serafina)

G: Signore, non siamo tuoi discepoli T: se non rinunciamo a noi stessi e ai nostri beni.

XI STAZIONE GESÙ È CROCIFISSO

G: Ti adoriamo o Cristo e ti benediciamo T: Perché con la tua santa Croce hai redento il mondo

“Quando giunsero al luogo detto Cranio, là crocifissero lui e i due malfattori” (Lc 23,33)

La Croce è il solo e nobile retaggio delle anime giuste e sante!... Quanto, o Signore, sei grande in misericordia e ricco di bontà! Nella polvere del mio niente ammiro la grandezza dei tuoi benefici e prometto di amarti sempre… (Madre Serafina)

G: Gesù, tu che hai detto: Padre, nelle tue mani consegno la mia vita. T: Salvaci con la tua Croce.

XII STAZIONE GESÙ MUORE IN CROCE

G: Ti adoriamo o Cristo e ti benediciamo T: Perché con la tua santa Croce hai redento il mondo

“E, chinato il capo, spirò” (Gv 19,30)

Non basta crocifiggere i nostri sensi, bisogna farli morire totalmente… esaminarsi profondamente per vedere come e quanto siamo morte al nostro amor proprio, alla superbia… Per cinque minuti abbracciate alla Croce preghiamo Gesù di farci morire a noi stesse… Quando saremo morte alle cose sensibili e a noi stesse, vivremo con Gesù… (Madre Serafina)

G: Nessuno ha amato più di te, che hai dato la vita per i tuoi amici. T: Noi ti ringraziamo, Signore.

XIII STAZIONE GESÙ È DEPOSTO DALLA CROCE

G: Ti adoriamo o Cristo e ti benediciamo T: Perché con la tua santa Croce hai redento il mondo

“Giuseppe d’Arimatea, discepolo di Gesù, ottenne da Pilato di poter togliere il corpo di Gesù” (Gv 19,38)

Solo la figura di Maria Addolorata ai piedi della Croce può farci ripetere con generosità il Fiat… Rimirate Maria che deve essere il nostro prototipo: Essa è sempre bella ed Immacolata anche quando sta ai piedi della Croce… Abbracciamoci dunque alla Croce e ripetiamo: patire e non morire!... (Madre Serafina)

G: Tu che sei morto per riunire i figli di Dio che erano dispersi T: Abbi pietà di noi.

XIV STAZIONE GESÙ È POSTO NEL SEPOLCRO

G: Ti adoriamo o Cristo e ti benediciamo T: Perché con la tua santa Croce hai redento il mondo

“Giuseppe d’Arimatea, preso il corpo di Gesù, lo avvolse in un bianco lenzuolo e lo depose nel suo sepolcro nuovo” (Gv 19,39)

Bisogna spogliarsi, crocifiggersi, morire, seppellirci con Gesù Cristo ed Egli verrà a nascere in noi per farci risorgere con Lui alla vita della grazia che conduce dritta a quella della gloria… (Madre Serafina)

G: Tu hai parole di vita eterna T: Accresci la nostra fede, Signore.

XV STAZIONE GESÙ RISORTO VIVE NELLA CHIESA

G: Ti adoriamo o Cristo e ti benediciamo T: Perché con la tua santa Croce hai redento il mondo

“Quando era già l’alba della domenica, le donne andarono al sepolcro, portando gli aromi che avevano preparato, e videro la pietra rimossa dal sepolcro, ed entrate, non trovarono il corpo del Signore. Un angelo disse: Perché cercate tra i morti Colui che vive? Gesù di Nazareth non è qui, perché è risorto, come aveva detto.” (Gv 20)

Il patire è breve ed il godere non ha fine… Dopo il patire si entra nella gioia. Se moriamo con Gesù, con Lui risorgeremo nella Gloria… (Madre Serafina)

G: Tu sei la Via, la Verità, la Vita T: Lode e onore a Te, Signore Gesù.

Preghiamo: O Dio Onnipotente ed eterno, che hai dato come modello agli uomini il Cristo tuo Figlio, nostro Salvatore, fatto uomo ed umiliato fino alla morte di Croce, fa’ che abbiamo sempre presente l’insegnamento della sua passione, per partecipare alla gloria della Resurrezione. Egli vive e regna, nei secoli dei secoli. Amen!